Sito Epatite C
Sito Epatite B
Sito Steatosi
Portale Epatite e malattie del fegato
Sito Cirrosi
Sito Tumori
Sito Trapianti
Nuovi Farmaci
Malattie autoimmuni

trapianto fegato

5 anni e mezzo fa diagnosi wilson, non eseguita allora biopsia per presenza cisti multiple, diagnosi effettuata anche con esame genetico. ultima eco: “fegato dimensioni aumentate iperecogeno e disomogeneo per epatopatia cronica con steatosi. piccole formazioni nodulari solide ipoecogene in tutto l’ambito epatico riferibili a noduli di rigenerazione. piccole cisti semplici intraepatiche”. tutto il resto nella norma. in altra eco eseguita tre mesi dopo da diverso medico (in ricovero) non evidenzia noduli (il resto è uguale). ultimo fibroscan 7,7 (in altri precedenti controlli, a ritroso: 8 (4 mesi fa); 9,1 - 1,5 anni fa; 10,1 - 2,5 ani fa; 10,3 - 5,5 anni fa ultimi valori sangue segnalati come alterati: alfa2# 0,87; beta1# 0,65; alt 44; bir. tot 1,67 e ind. 1,47; trigl. 1,59; cerulopl. 5,8; antimuscliscio 1:160. stato fisico generale complessivamente soddisfacente. il resto nella norma, ad eccezione delle alterazioni del rame sierico e urinario e zinchemia, per terapia con wilzin e pemicilamina. i controlli frequenti periodici effettuati da 5 anni a questa parte non evidenziano differenze rispetto a questi ultimi dati, a parte il problema dei noduli che in alcune eco vengono evidenziati in altre no.
per la mia situazione è possibile un trapianto di fegato? se possibile entro quali tempi? ho sentito che sono necessari dei requisiti per il trapianto. una situazione dentale con presenza di radici e carie può rappresentare un impedimento?
Dott.ssaG.MaginiMedico Specialista in Medicina Interna Ospedali Riuniti Bergamo

caro paziente, dai pochi dati a disposizione non credo che lei abbia bisogno di un trapianto di fegato (la funzione epatica è conservata e non vi sono noduli sospetti). sono ovviamente necessari controlli periodici per valutare l'andamento dei parametri di funzione epatica e lo sviluppo di ipertensione portale (ascite/varici esofagee). qualora esistessero dei dubbi sulla natura dei noduli segnalati è indicata, una tantum, una risonanza magnetica con mezzo di contrasto epatospecifico. i problemi odontoiatrici non rappresentano una controindicazione. in caso di trapianto verranno bonificate eventuali radici con foci granulomatosi. saluti.

Vuoi ricevere aggiornamenti su questo argomento? Iscriviti alla Newsletter!

Quando invii il modulo, controlla la tua casella di posta elettronica per confermare l’iscrizione