Sito Epatite C
Sito Epatite B
Sito Steatosi
Portale Epatite e malattie del fegato
Sito Cirrosi
Sito Tumori
Sito Trapianti
Nuovi Farmaci
Malattie autoimmuni

fibrosi epatica e cirrosi

Buongiorno, ormai da anni si parla di possibili alternative o soluzioni alla fibrosi epatica prima ed alla cirrosi epatica dopo ma ad oggi,nonostante le varie speranze pare che nulla di reale esista al di la del trapianto epatico che pur essendo un ''salva vita'' e' comunque un intervento impegnativo ed obbliga comunque,nella migliore delle ipotesi,all'assunzione di immunosoppressori per la vita ,per quanto appena scritto chiedo : - da anni si parla di infusioni di staminali per rallentare o bloccare la fibrosi epatica ed addirittura invertire la cirrosi ,ancora oggi vi sono diversi trial che parlano di cellule mesanchimali ecc....pero' se poi si prova a chiedere informazioni in merito ad i risultati o se davvero questa puo' essere una valida alternativa ( per esempio in chi ha una fibrosi epatica avanzata al fine di non farla progredire o rallentarne l'evoluzione verso la cirrosi) non ci sono risposte. Forse era l'inizio del 2000, poi tra il 2009 ed il 2010 anche in Brasile,Gippone e Gran Bretagna sia avevano risultati confortanti, sino ad arrivare al 2019 a Roma in cui varie testate scrivevano come di un qualcosa che sarebbe stato pronto ormai a breve. Che idea vi siete fatti ad oggi? sara' un qualcosa che ragionevolmente andra' a buon fine? o al limite restera' solo un modo estremo per far ''da ponte'' in attesa di un trapianto ma in realta' mai una vera e propria reale alternativa? Sempre in merito ai trapianti si legge che si andra' verso una riduzione degli immunosoppressori o addirittura verso il non utilizzo degli stessi, e' questo sarebbe gia' un miracolo...anche qui,e' qualcosa che si sta gia tentanto di fare? Grazie di cuore Saluti
L. RotaS. FagiuoliStaff Sanitario USC Gastroenterologia, Epatologia e Trapiantologia
ASST Papa Giovanni XXIII Bergamo

Questo parere non ha valenza di consulto medico e non può sostituire il colloquio, la visita e l’esame della documentazione medica del paziente.

Buongiorno al momento attuale nessuna di tali procedure di "regressione della fibrosi" è inclusa nella pratica clinica.
Ritengo altresì che i tempi per tale risoluzione farmacologica della fibrosi siano molto lunghi (molti anni)

Da ultimo l'immunosoppressione già oggi in molti centri viene minimizzata o addirittura sospesa ove possibile.

Vuoi ricevere aggiornamenti su questo argomento? Iscriviti alla Newsletter!

Quando invii il modulo, controlla la tua casella di posta elettronica per confermare l’iscrizione