Sito Epatite C
Sito Epatite B
Sito Steatosi
Portale Epatite e malattie del fegato
Sito Cirrosi
Sito Tumori
Sito Trapianti
Nuovi Farmaci
Malattie autoimmuni

Interazione con altri farmaci

Informi il medico o il farmacista se sta assumendo, ha recentemente assunto o potrebbe assumere qualsiasi altro medicinale. Informi il medico se sta assumendo uno dei medicinali elencati di seguito: - antibiotici (medicinali per il trattamento delle infezioni) - warfarin (medicinale per prevenire la coagulazione del sangue) - antiepilettici (medicinali per il trattamento dell’epilessia) - antiaritmici (medicinali per il trattamento delle alterazioni del battito cardiaco).

Rifaximina e Gravidanza

Non sono disponibili o sono limitati i dati relativi all’uso di rifaximina in donne gravide.
Gli studi sugli animali evidenziano effetti transitori sull’ossificazione e variazioni scheletriche nel feto. A scopo precauzionale, l’uso della rifaximina non è raccomandato durante la gravidanza. Non è nemmeno noto se la rifaximina e i suoi metaboliti vengano escreti nel latte materno. Non è possibile pertanto escludere un rischio per i neonati allattati al seno. La decisione di interrompere l’allattamento al seno o di interrompere o astenersi dalla terapia con rifaximina deve essere presa tenendo in considerazione il beneficio dell’allattamento al seno per il bambino e il beneficio della terapia per la donna. Gli studi sugli animali non indicano effetti dannosi diretti o indiretti sulla fertilità maschile e femminile. In studi clinici controllati sono stati segnalati casi di capogiro.

Rifaximina e Guida

La rifaximina ha una influenza trascurabile sulla capacità di guidare veicoli o di usare macchinari.
In genere non ha effetti sulla capacità di guidare veicoli e sull’utilizzo di macchinari, ma può provocare capogiri in alcuni pazienti. Se avverte dei capogiri non deve guidare né utilizzare macchinari.

Vuoi ricevere aggiornamenti su questo argomento? Iscriviti alla Newsletter!