Complicanze della cirrosi e trattamenti

cnl_15
  • RSS
  • {DESCRIZIONE}
  • {DESCRIZIONE}
  • {DESCRIZIONE}
  • {DESCRIZIONE}
  • {DESCRIZIONE}
  • Seguici su:

Complicanze della cirrosi e trattamenti

Grandi progressi sono stati compiuti negli ultimi anni per prevenire e curare le complicanze della cirrosi come il sanguinamento delle varici, l'ascite, la peritonite batterica spontanea e l'encefalopatia porto-sistemica.

Non appena si presentano queste complicanze, i pazienti vanno riferiti allo specialista di malattie del fegato soprattutto perché in alcuni casi c'è la possibilità di affrontare il problema in maniera radicale con il trapianto di fegato.

Complicanze della cirrosi, prevenzione e trattamento

A Prevenzione Trattamento
Encefalopatia porto-sistemica Evitare fattori precipitanti (dieta ricca carne e/o con alto contenuto proteico animale, infezioni)
Trattare fattori precipitanti:
- Infezione
- Sanguinamento
- correzione squilibri elettrolitici
- eliminare Sedativi
- valutare l'assunzione di proteine
- somministrare Lattulosio, Neomicina/metronidazolo/rifaximina
Ascite Dieta con minime quantità di sodio, assunzione di pochi liquidi al dì (< 1L totale)
- Dieta povera di sodio
- Diuretici
- Grande volume paracentesi
- TIPS
Peritonite Batterica Spontanea Trattare adeguatamente l'ascite.
Paracentesi diagnostica esplorativa (diagnosi con Leucociti neutrofili > 250 per mL)
Terapia Antibiotica (ex. Levofloxacina) + albumina
Sanguinamento da varici Beta-bloccanti non cardio-selettivi e/o
Legatura endoscopica delle Varici
- In Acuto:
Rianimazione, Farmaci vasocostrittori + Scleroterapia/legatura/TIPS/Shunt chirurgico
- In Cronico:
Legatura Varici/TIPS/Shunt chirurgico
Insufficienza renale Evitare l'ipovolemia (febbre, diarrea, disidratazione, eccessivi diuretici, FANS)
- Sospendere diuretici
- Reidratazione
- Infusione di albumina
Se presente sindrome epatorenale: farmaci vasoattivi (es: Terlipressina, Noradrenalina, Octreotide)
Epatocarcinoma Sorveglianza: Ecografia addome ed AFP ogni 6 mesi
Chirurgia (Resezione, Trapianto), Terapie loco-regionali (TACE), Percutanee (radiofrequenza, alcolizzazione…), nuovi farmaci anti-angiogenetici